logo
 

/// Contraccezione

Metodo in sintesi Ogino-Knaus

Ogino-Knaus è un metodo anticoncezionale messo a punto negli anni ’20 del secolo scorso, secondo cui occorre evitare di avere rapporti sessuali nella fase centrale del ciclo (9°-16° giorno) per non rischiare una gravidanza indesiderata.

Continua a leggere >>



Metodo in sintesi Temperatura basale

Metodo naturale basato sul fatto che la temperatura basale (TB) del corpo presenta un lieve rialzo termico (+ 0.2-0.5 gradi centigradi) dopo l'ovulazione. Dopo 4 giorni dal rialzo termico, i rapporti sessuali, dai quali ci si deve astenere dall'inizio del ciclo, possono riprendere fino alla successiva mestruazione.

Continua a leggere >>



Metodo in sintesi Sinto-termico

Metodo naturale che utilizza due o tre indicatori per rilevare il periodo fertile, ovvero l’osservazione contemporanea delle variazioni cicliche di: temperatura basale, muco cervicale e/o cervice uterina.

Continua a leggere >>



Metodo in sintesi Billings

Metodo naturale che si basa sull'osservazione e interpretazione del muco prodotto dalle ghiandole del collo dell'utero. La consistenza e l'aspetto del muco variano nell'arco di ciascun ciclo mestruale. Il giorno dell'ovulazione corrisponde strettamente al giorno del picco di muco.

Continua a leggere >>



Contraccezione intrauterina

I moderni contraccettivi intrauterini rappresentano un’ottima scelta anticoncezionalemolto efficace, indicata soprattutto per la donna monogamica, senza rischio di malattie sessualmente trasmesse, che vuole una contraccezione molto efficace, che duri a lungo, ma che sia facilmente reversibile.

Continua a leggere >>



La contraccezione di barriera

I metodi di barriera rappresentano tutti i sistemi contraccettivi che tendono a impedire il concepimento grazie all’applicazione di una barriera tra gli spermatozoi e l’ovulo da fecondare. Sono tra i metodi più antichi, se ne parla già nei papiri dell’antico Egitto e negli scritti di Casanova.

Continua a leggere >>



Metodo in sintesi Preservativo femminile

E’ un metodo di barriera esercitata da una guaina di poliuretano trasparente, lunga 17 cm, simile al preservativo maschile, ma più spesso, e con due anelli flessibili alle estremità. Oggi esiste anche un altro modello, di nitrile, che conduce bene il calore e mantiene la sensibilità. 
È un metodo poco utilizzato dalle donne italiane.

Continua a leggere >>



Metodo in sintesi Diaframma

E’ un metodo di barriera esercitata da una coppa sottile in lattice o silicone montata su un anello flessibile di metallo. Il suo diametro può variare da 50 a 105 mm. E’ un metodo poco utilizzato in Italia.

Continua a leggere >>



Metodo in sintesi Cappuccio o Coppetta cervicale

E’ un metodo di barriera esercitata da una soffice coppetta di lattice sottile (PrentifCap) o di silicone (FemCap, “scudo di Lea”), con una forma a tronco di cono. E’ più piccolo rispetto al diaframma e in genere più rigido. È un metodo che ha avuto scarsa diffusione in Italia e oggi è in disuso.

Continua a leggere >>



Metodo in sintesi Preservativo maschile

E’ un metodo di barriera esercitata da una fine guaina, in genere di lattice, che ricopre il pene durante il rapporto sessuale.

Continua a leggere >>



Copyright 2014 S.I.C. Design by Studio Software Leoncini