logo
 

/// Metodo in sintesi Diaframma

Che tipo di metodo è? E’ un metodo di barriera esercitata da una coppa sottile in lattice o silicone montata su un anello flessibile di metallo. Il suo diametro può variare da 50 a 105 mm.
E’ un metodo poco utilizzato in Italia.
Chi lo usa / lo sceglie? La donna
Quando e dove va applicato? Il diaframma va inserito in vagina prima del rapporto sessuale e posizionato, obliquamente, in modo da ricoprire il collo dell’utero. Occorre accertarsi che il margine superiore del diaframma sia ben fissato dietro l’osso del pube.
Va applicato e rimosso (non prima di 6-8 ore) a ogni rapporto sessuale. E’ meglio non tenere il diaframma troppo a lungo per evitare l’insorgere di irritazioni e di infezioni batteriche.
Si può riutilizzare? Sì, può essere riutilizzato. Dopo l’uso va lavato con cura con acqua fredda e sapone, asciugato bene e riposto in un luogo  asciutto e riparato cosparso di amido di riso per evitare che si laceri. Per la durata leggere il foglietto illustrativo.
 Come agisce?
  • Il diaframma applicato in vagina sulla cervice dell’utero offre una barriera agli spermatozoi impedendone l’ingresso in utero.
  • Le creme spermicide costituiscono una barriera fisica e chimica agli spermatozoi
Quanto è efficace? HA UN’EFFICACIA CONTRACCETTIVA MEDIO / ALTA
Percentuale di fallimenti del diaframma (6-16%)*
Percentuale di fallimenti degli spermicidi (6-26%)*
La sua efficacia è lievemente superiore rispetto al cappuccio.
La sua efficacia aumenta se viene associato all’uso di prodotti spermicidi (la cui efficacia dura circa 5 ore)
È reversibile dopo la sospensione? Subito
Condiziona la 
 fertilità futura della donna? NO, non ha alcuna influenza
Interferisce con la qualità del rapporto sessuale? Sì, può interferire sulla spontaneità del rapporto

  • 
Alcune donne lamentano dolore ai rapporti a causa della pressione contro l’uretra
  • Il diaframma e gli spermicidi vanno inseriti prima del rapporto
Protegge dalle IST? NO, non offre protezione contro le IST.
E’ un metodo semplice da seguire? NO, l’applicazione richiede una buona familiarità con il proprio corpo e una buona pratica. Inoltre implica la pianificazione dei rapporti sessuali.
Richiede un addestramento L’uso del diaframma richiede una visita dal ginecologo (per valutare il tipo e le dimensioni più indicate e per escludere eventuali controindicazioni) e una fase di addestramento e di pratica per l’applicazione.
In quali situazioni è indicato?
  • E’ più  indicato nelle donne sane che non hanno mai partorito per via naturale. Dopo il parto vaginale, infatti, si verificano notevoli modificazioni dell’utero che rendono più difficile l’adattamento del metodo e ne riducono l’efficacia.
  • Può essere utilizzato dalle donne che allattano o da quelle che non vogliono o non possono utilizzare gli ormoni
E’ indicato nelle adolescenti? NO, non è un metodo indicato in quanto la sua applicazione  richiede un’ottima familiarità con le parti più intime del proprio corpo che in genere un’adolescente deve ancora acquisire. Inoltre implica un periodo di training per essere applicato e deve essere sempre portato con sé e inserito prima di un rapporto.
Quando è controindicato?
  • In caso di allergia al lattice (gomma), al silicone o agli spermicidi
  • Nelle donne che presentano prolasso genitale o ipotonia della vagina
  • In caso di anomalie congenite della vagina
  • Quando la donna soffre di cistite con frequenti ricadute
  • In presenza di AIDS o alto rischio di contrarre l’infezione da HIV
  • Quando è difficile esplorare i propri genitali (donne in sovrappeso od obese)
  • Nelle donne che hanno poca confidenza con il proprio corpo
  • Nelle donne che hanno partorito per via vaginale
Provoca effetti secondari?
  • Può provocare irritazioni vaginali (bruciore, dolore, reazioni allergiche, disturbi urinari) per sensibilità agli spermicidi. Questi ultimi, inoltre, possono modificare la flora vaginale facilitando l’insorgenza di vaginite
  • Può favorire infezioni vaginali o delle vie urinarie
E’ necessaria la ricetta medica? NO, non richiede prescrizione medica o esami
Dove si può acquistare? In farmacia
Costo (2011)* Diaframma: circa  45 euro
Crema spermicida: circa 13,50
 
 
* Fonte: Flamigni C, Pompili A – Contraccezione, L’Asino d’oro Ed, 2011, www.lasinodoroedizioni.it
 
NB. La tabella riportata non sostituisce in alcun modo il consiglio e l’indicazione del proprio medico o ginecologo a cui è sempre consigliabile rivolgersi soprattutto quando si inizia la contraccezione. Ogni donna è diversa dall’altra.
settembre 17, 2012
Copyright 2014 S.I.C. Design by Studio Software Leoncini