logo
 

/// Metodo in sintesi Sterilizzazione Femminile

Che tipo di metodo è? Si tratta di un intervento chirurgico complesso di legatura o chiusura delle tube di Falloppio.
Chi lo sceglie? In questo caso la scelta responsabile è della donna anche se deve essere condivisa con il partner per il suo carattere di irreversibilità.
Come agisce? L’interruzione del canale tubarico, impedisce l’incontro tra spermatozoi ed ovulo e quindi evita il concepimento
Quali sono le metodiche chirurgiche dell’occlusione tubarica? Vengono utilizzate diverse metodiche più o meno invasive: taglio, coagulazione, legatura, applicazione di clip.
Qual è il tipo di anestesia che viene utilizzata? Anestesia generale o locale
Quanto tempo bisogna aspettare perché l’intervento sia riuscito? Relativamente poco, un tempo comunque inferiore rispetto a quello della vasectomia maschile. In questo periodo di attesa va seguita la contraccezione abituale.
Quanto è efficace? HA UN’EFFICACIA CONTRACCETTIVA MOLTO ELEVATA E DURATURA
Gli insuccessi/fallimenti sono rari ma possibili (errori tecnici o per riaccostamento spontaneo dei monconi di una tuba)
È reversibile? E’ l’unico metodo irreversibile, da considerarsi permanente. La sua scelta richiede il consenso scritto firmato.
Condiziona la fertilità futura della donna? SI, proprio per il suo carattere di irreversibilità.
Influenza la sessualità della donna? NO, non altera la sessualità femminile e consente di vivere i rapporti in modo spontaneo e sereno.
Interferisce con il ciclo mestruale? NO, non ha nessun influenza.
Influenza la qualità del rapporto sessuale? NO, non ha influenze sulla spontaneità del rapporto di coppia.
Protegge dalle IST? NO, solo il preservativo (o l’astinenza) offre una protezione.
In quali situazioni è indicata? La sterilizzazione femminile è indicata:

  • nelle coppie solide con figli che sono fortemente motivate a non averne altri e che cercano un metodo permanente e irreversibile
  • nelle donne non più giovani
  • in caso di specifiche indicazioni mediche (nelle donne che non possono rischiare una gravidanza per motivi di salute)
Quando è controindicata?
La sterilizzazione femminile è controindicata:

  • nell’adolescente e nella donna giovane (< 25-30 anni)
  • quando uno o entrambi i partner non sono profondamente convinti della scelta definitiva
  • in caso di rapporti con un partner non stabile
  • donne fragili emotivamente o che stanno attraversando un periodo di stress emotivo
  • in caso di disabilità fisica e psichica
  • quando è in corso un’infezione ginecologica
Provoca effetti indesiderati?
Alcune donne possono reagire male all’intervento dal punto di vista emotivo e psicologico e manifestano malinconia, tristezza, senso di perdita inconsolabile etc.
NB. La tabella riportata non sostituisce in alcun modo il consiglio e l’indicazione del proprio medico o ginecologo a cui è sempre consigliabile rivolgersi. La sterilizzazione è una scelta permanente, molto drastica. E’ importante che entrambi i partner siano altamente motivati, convinti e consapevoli delle eventuali ripercussioni biologiche e psicologiche nella coppia e in chi le sta vicino.
settembre 14, 2012
Copyright 2014 S.I.C. Design by Studio Software Leoncini